Il Catajo

Il Catajo

Il  Castello del Catajo venne fatto costruire dalla famiglia Obizzi,  una famiglia originaria della Borgogna, giunta in Italia al seguito dell'imperatore Arrigo II. Pio Enea I degli Obizzi, lo stesso a cui si deve l’invenzione dell’obice, piccolo cannone da assedio, scelse questo luogo per costruire un palazzo adeguato alla gloria della famiglia.

Il Castello del Catajo ideato dallo stesso Pio Enea con il probabile aiuto dell’architetto Andrea Da Valle, sta a metà tra il castello militare e la villa dei nobili veneziani. La prima parte del nuovo edificio fu costruita fra il 1570 e il 1573. Negli stessi anni la famiglia Obizzi chiamò ad affrescare le pareti interne del piano nobile il pittore Giovanni Battista Zelotti. Quaranta riquadri raccontano la storia della famiglia Obizzi. Questo è tra i primi e più importanti cicli di affreschi auto celebrativi del nord Italia e riferimento per i pittori che nei decenni successivi affrontarono lo stesso tema.

Il castello venne ampliato e arricchito di opere d’arte e collezioni fino ai primi anni dell’800. Con Tommaso Obizzi, morto senza discendenza, il Catajo venne lasciato in eredità alla Real Casa D’Asburgo - Este. Fu dimora prediletta del duca Francesco IV e sua moglie, che ospitavano i tanti sovrani in visita da tutta l’Europa durante le villeggiature estive. Con l’estinzione del ramo Asburgo – Este di Modena, il Catajo passò a Francesco Ferdinando d'Austria,  che dal Catajo partì per andare incontro al suo assassino a Sarajevo e infine a Carlo I ultimo imperatore d’Austria – Ungheria. 

Per opera di questi tre ultimi proprietari, l'armeria, il museo archeologico e una vastissima collezione di strumenti musicali, quadri, monete, furono trasferiti a Praga e a Vienna. Dopo la Grande Guerra il Catajo fu assegnato al governo italiano, come riparazione dei danni di guerra, che lo vendette nel 1929 alla famiglia Dalla Francesca, attuale proprietaria.

Ville Castelli Piazze e Giardini Storici
Il Catajo
via Catajo 1
35041   Battaglia Terme   (PD)  
Tel: 0039 0499100411 0039 3298391663


Convenzionato con Padova Card
Orario invernale: 
01.03-31.03 e 01.09-31.11: martedì, venerdì e domenica 14.30-18.30
Orario estivo: 
01.04-31.08: martedì, venerdì e domenica 15-19
Chiusura: 
In occasione di ricevimenti o congressi il complesso rimane chiuso anche nei giorni solitamente aperti al pubblico, chiuso nel mese di dicembre
Note visite: 
Biglietti: € 8 intero, € 7 ridotto, gratuito per bambini fino a 12 anni. Con Arte Terme card sconto di €1